Condriti

Le condriti sono meteoriti rocciose che non hanno subito trasformazioni sin dalle loro origini

Sono circa l’86% delle meteoriti cadute sulla Terra

Il loro nome è dato dalle Condrule: piccole sfere, racchiuse all’interno della matrice rocciosa, composte principalmente da silicati. Formatesi alla nascita del sistema solare ne garantiscono la datazione di 4,6 miliardi di anni. Per questo le condriti sono anche dette “Primitive”

Indice pagina:

Composizione

Sono meteoriti rocciose, pertanto composte prevalentemente da silicati

Possono contenere più o meno Ferro, questo aspetto incide sulla classificazione che risulta accompagnata da H (High) in presenza di un alto contenuto, L (Low) se basso o LL (Low Low) se carente

Classificazione

  • Ordinarie (CO): il tipo più comune di meteoriti presenti sul pianeta: circa l’80% del totale e il 90% delle meteoriti rocciose
  • Carbonacee (CV): ricche di Carbonio possono contenere acqua e, in alcuni casi, amminoacidi. Rispecchiano la composizione della nebulosa solare che ha dato origine al nostro sistema
  • Enstatiti (E): rara forma di meteorite contenente l’enstatite (MgSiO3-), un minerale ricco di Magnesio
  • Rumuriti (R): presentano un basso contenuto di metallo libero e il più alto livello di ossidazione tra le condriti, per questo possono avere un aspetto più “rossiccio”
  • Kakangari (K): ne sono state catalogate solo quattro, per ora. Sono condriti cui composizione è tanto caratteristica da non permettere di catalogarle nelle altre categorie

La sigla della classificazione delle condriti è accompagnata da un numero che indica il grado di metamorfismo termico cui è stata sottoposta la meteorite. A ciò coincide che più basso è il numero più le condrule sono grandi

Galleria